Longobardi. Un popolo che cambia la storia

Oltre 300 opere provenienti da più di 80 Musei ed enti prestatori italiani e stranieri sono pronte a raccontare la grande storia dei Longobardi, grazie anche ad approfondimenti multimediali che accompagneranno il visitatore in mostra: ologrammi, video e touch-screen.

Un grande evento culturale in tre sedi prestigiose per una delle più originali mostre mai realizzate sul popolo longobardo.

Pavia, Castello Visconteo:
1 settembre - 3 dicembre 2017

Napoli, Museo Archeologico Nazionale:
15 dicembre 2017 - 25 marzo 2018

San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage:
aprile - giugno 2018

Crediti della mostra


I Longobardi stanno arrivando

Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente nel 476 d.C., l’Italia, sotto il dominio prima di Odoacre e poi degli Ostrogoti, era rimasta il cuore economico, culturale e religioso dell’Europa occidentale. Tutti i tentativi di riunire l’antico Impero da parte dei Bizantini, con la conquista della Penisola nel 553 a scapito degli Ostrogoti, si infransero tuttavia nel 568 con l’arrivo di un popolo “invasore”- i Longobardi - che varcò le Alpi Giulie e iniziò la sua irrefrenabile espansione sul suolo italiano. Da quel momento la storia dell’Italia non fu più la stessa.

Gli "uomini dalle lunghe barbe" contribuirono ad avviare quel lunghissimo periodo di frammentazione politica della Penisola che si protrasse sino al Risorgimento. I Longobardi non riuscirono mai infatti a conquistare l'intera superficie del territorio italiano.

Ma la storia di questo popolo è anche il racconto di grandi sfide economiche e sociali, di relazioni e mediazioni tra Mediterraneo e Nord Europa, di secoli di guerre e scontri, di alleanze strategiche e contaminazioni culturali tra differenti popolazioni, di grandi personalità. Un’epopea che ha visto Pavia diventare capitale del Regno Longobardo e il Sud Italia, con il Ducato di Benevento, divenire memoria e retaggio sino a oltre metà dell'XI secolo del dominio pavese abbattuto da Carlo Magno nel 774.


Percorso espositivo nel Castello Visconteo

Scuderie (piano -1)
Otto sezioni tematiche per svelare attraverso reperti quasi totalmente inediti la grande epopea dei Longobardi. Un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso i momenti cruciali della saga longobarda.

  1. Goti, Franchi e Longobardi in Pannonia
  2. Le necropoli
  3. Città, castelli e campagne in un’economia frammentata
  4. Culto e potere
  5. La scrittura e le sue immagini
  6. La terra dell’Impero: l’Italia nell’Europa franca
  7. Il sud. La terra dei principati: Benevento, Salerno e Capua
  8. Il sud. I monasteri di Montecassino, S. Vincenzo al Volturno, S. Sofia di Benevento

Sala del Rivellino (piano 0)
Contenuti multimediali con video mapping e touch-screen alla scoperta di Pavia longobarda

Sala Longobarda - Musei Civici (piano 0)
Le sezione espone argenti paleocristiani, oreficerie tardoromane e i reperti longobardi, che testimoniano lo splendore raggiunto da Pavia in età altomedievale.



 

Gallery fotografica

 
 
Vuoi ricevere la nostra Newsletter?