Pavia Longobarda



Storia e tradizione di una città regia (fine V - inizio XI secolo)
Pavia deve la sua fama al singolare destino di residenza regia in età altomedievale, prima sotto il regno degli Ostrogoti (493-553), già con Teodorico il Grande, poi dei sovrani longobardi e dei re italici (572-1024), dei cui regni fu anche Capitale. Nonostante i grandi cambiamenti territoriali da allora intercorsi, appaiono ancora chiare le motivazioni che fecero della città di Pavia il centro nevralgico dell’Europa altomedievale. Essa costituiva, infatti, un crocevia di importanti e antiche vie di comunicazione, in quanto era ottimamente collegata via terra con Milano, Piacenza, Torino, Aosta e la Gallia Transalpina e, per via d’acqua, con Ravenna e il mare Adriatico, grazie all’ubicazione di Pavia sul Ticino a pochi chilometri dalla confluenza nel Po. La sua posizione geografica vantaggiosa - oltre che naturalmente protetta - determinò la scelta di Teodorico di farvi costruire un vasto palazzo reale, rimasto poi in uso anche coi Longobardi e dopo la loro sconfitta, ad opera di Carlo Magno nel 774, fino alla sua distruzione nel 1024, quando la città andava già organizzandosi come libero comune.


Pavia Longobarda. Da non perdere assolutamente:

  • Mostra "Longobardi. Un popolo che cambia la storia"
    Il più grande evento espositivo mai realizzato a livello mondiale sui Longobardi. Dal 1 settembre al 3 dicembre 2017 al Castello Visconteo
     
  • Sezione longobarda dei Musei Civici
    In particolare:
    - i due finissimi plutei di Santa Maria Teodote
    - le oreficerie
    - le epigrafi funerarie di illustri personaggi pavesi (sovrani, nobili e badesse)
     
  • Le cripte
    In particolare:
    - cripta di Sant'Eusebio
    - ex monastero di San Felice
    - chiesa di San Giovanni Domnarum
     
  • Basilica romanica di San Michele Maggiore
    - edificata originariamente come cappella palatina longobarda
    - luogo solenne di incoronazione regale per i sovrani longobardi e di quelli italici
     
  • Basilica romanica di San Pietro in Ciel d'Oro
    - custodisce le spoglie di Sant'Agostino traslate a Pavia dal re longobardo Liutprando
    - lo stesso sovrano trovò sepoltura all'interno della basilica

Vuoi saperne di più?
Esplora tutte le attrattive di Pavia Longobarda sul sito longobardi.vivipavia.it

 

Info utili


Contatti - Comune di Pavia

IAT - Informazione e Accoglienza Turistica
(Via del Comune, 18)
Tel.: 0382079943
Email: turismo@comune.pv.it
Web: vivipavia.it
Social: facebook

Musei Civici
(Viale XI Febbraio, 35)
Tel.: 0382399770
Email: museicivici@comune.pv.it
Web: museicivici.pavia.it
Social: facebook

Info Point
(Piazza della Stazione)
Tel.: 0382538769
Email: infopointpavia@gmail.com


Indicazioni stradali
IAT | Musei Civici | Info Point

Gallery fotografica

 
 
Vuoi ricevere la nostra Newsletter?